Home » Materiale » Materiale per un ritiro in vista della Prima Comunione

 
 

Materiale per un ritiro in vista della Prima Comunione

 

Quanto segue è il materiale che proponiamo per svolgere un momento di ritiro/ incontro con i fanciulli e i loro genitori. Si tratta di una rivisitazione e aggiornamento della tappa 6 dell’itinerario «Venite è pronto» – La storia del pane – in chiave kerygmatica o di primo annuncio. Ad ogni tappa corrisponde un ambiente, debitamente scelto e preparato per poter vivere quanto viene raccontato e simbolicamente vissuto. Immaginando gruppi numerosi, consigliamo di dividersi in sottogruppi (di 25-30 persone). In ogni sottogruppo occorre una persona (catechista o genitore) che narri la storia in cui siamo inseriti (utilizzando quanto scritto sotto o parole simili, senza tuttavia tradire il senso o aggiungere cose che sarebbero più proiezioni delle proprie idee) e un’altra (catechista o genitore) che – a momento debito – legga alcuni brevissimi passi della Scrittura. Il racconto potrebbe anche essere drammatizzato… L’intento di questo itinerario è ripercorrere la storia della salvezza narrata nella Scrittura e riscoprire che il cuore dell’Eucaristia è la partecipazione alla Pasqua di Gesù.

Presentazione PPT: Per un momento di ritiro in vista ella prima comunione (1)

Guida formato PDF:  Scheda 1. Per un momento di ritiro in vista della prima comunione (1)

NOTA BENE: Nella ultime righe della guida abbiamo notato, al momento della pubblicazione,  una parola mancante e un piccolo errore, in attesa di poter pubblicare il file corretto proponiamo qui di seguito il testo con le correzioni da fare in rosso:

LA NOSTRA MESSA (immagine della celebrazione eucaristica) Gesù nell’ultima cena dice «Fate questo in memoria di me»; e la chiesa da allora ha continuato a compiere questi gesti nella Santa Messa. Partecipando alla Messa e facendo quanto il Signore ci ha chiesto di fare in sua memoria, riviviamo – siamo invitati – l’ultima cena con Gesù. Alla messa si rende presente Gesù stesso che muore in croce sul monte Calvario. Per cui, anche noi, che non siamo presenti all’evento della morte di Gesù sul calvario, grazie alla celebrazione dell’eucaristia, siamo resi partecipi di quanto accaduto.

Così, Dio Padre che si è sempre preso cura degli uomini fin dalla creazione, (vedi racconto precedente), ancora oggi si prende cura di noi, ci sta vicino, ci nutre attraverso il dono di suo Figlio nell’Eucarestia. È lui la manna che scende dal cielo.

 

No comments

Be the first one to leave a comment.

Post a Comment